Ernie Discali


Ernia del disco lombare
Per ernia del disco, si intende la migrazione del nucleo polposo del disco intervertebrale attraverso le fibre dell’anulus, e la sua eventuale migrazione al di fuori di esse; questo comporta una compressione meccanica delle strutture nervose circostanti (radice del nervo).
Dopo la consultazione degli esami diagnostici (Risonanza Magnetica ecc.) atta ad individuare con esattezza se l’ernia discale del soggetto di cui ci si deve occupare è idonea al trattamento manuale di decompressione disco-radicolare, ed avere effettuato uno studio molto accurato del quadro clinico del paziente, il trattamento manuale che verrà effettuato, porta alla rapida regressione dei sintomi attraverso questi effetti:
• Decompressione del disco dalla pressione a cui è soggetto a causa dello spasmo muscolare
• Diminuzione dell’aggressività della protrusione che esercita un effetto comprimente a carico del tessuto compresso (nervo in particolare)
• Stimolazione dei processi circolatori locali in modo da favorire la diminuzione della flogosi locale
• Determinazione, in via riflessa della diminuzione del meccanismo nervoso spinale che causa lo spasmo muscolare.
L’insieme di questi effetti, avvia il processo di remissione dei sintomi in maniera rapida, senza provocare un peggioramento della sintomatologia, né un’ulteriore fuoriuscita di materiale polposo dal disco malato.